L’agora di Selinunte | RICOSTRUZIONE

Ricostruzione dell’abitato di Selinunte nelle varie fasi urbanistiche e sociali che si sono succedute per secoli. Il video è inserito nell’allestimento “Vivere l’agorà. Gli scavi nel centro urbano di Selinunte” dedicato agli scavi archeologici svolti nella zona dell’agora tra il 1995 e 2007, condotti dall’Istituto archeologico germanico di Roma, sotto la direzione di Dieter Mertens, in collaborazione la Regione Siciliana, attraverso il Parco archeologico di Selinunte e la Soprintendenza per i Beni culturali di Trapani. Il video è stato realizzato da effenove srls sotto la direzione scientifica di Agnes Hennings, dell’Humboldt Universität zu Berlin.

L’isolato, oggetto di una lunga ricerca archeologica e della ricostruzione, è stato protagonista di uno sviluppo architettonico non omogeneo per il periodo che va dal 600 fino al 409 a.C., anno della conquista di Selinunte da parte dei Cartaginesi.

  • Al VII secolo a.C. fanno riferimento alcune strutture circolari dall’elevato valore rituale di cui erano espressione.
  • In particolare è durante il primo quarto del VI secolo che si sviluppa il grande progetto di una vita autonoma della comunità di Selinunte, con tanto di produzione locale di ceramica. Prende forma una particolare tipologia di abitazione dotata di pozzo e portico.
  • Nella seconda metà del secolo cambia radicalmente l’aspetto dell’isolato, con lo sviluppo di strutture regolari, a forma di parallelepipedo (monumentalizzazione).
  • Ancora un cambiamento si impone nel V secolo: è il momento in cui si passa dalla casa a pastas (portico) alla casa con andron (sala da banchetto).

Software utilizzati per il video di ricostruzione dell’abitato di Selinunte dal 600 fino al 409 a.C.: Graphisoft ArchiCAD, Autodesk 3ds Max, Adobe Photoshop, Adobe Premiere Pro, Adobe After Effects.

Per la modellazione 3d ha collaborato con effenove srls Flavia Pizzuti.