An ancient history beyond the walls

Pietragalla Project VR Experience DEMO è l’esperienza immersiva dedicata alla scoperta del sito archeologico di Monte Torretta di Pietragalla (PZ), uno degli insediamenti fortificati meglio conservati della Basilicata e nel quale la ricerca archeologica va avanti da oltre sessant’anni.

Pietragalla Project VR Experience DEMO è un prodotto interattivo, sviluppato e realizzato da effenove srls e dagli allievi del Master non universitario in Computer Grafica 3D per il Patrimonio Culturale, organizzato dall’ente di formazione Eudaimonia srls, e di cui la società ha avuto la direzione scientifica.

Il percorso formativo professionalizzante ha incrociato la strada del Pietragalla Project, il progetto di ricerca e valorizzazione del sito archeologico di Monte Torretta diretto dall’Università Parigi 1 Panthéon-Sorbonne (con il coordinamento di Alain Duplouy e Vincenzo Capozzoli) e dalla Humboldt di Berlino (con il coordinamento di Agnes Henning), a cui collaborano le più importanti istituzioni e organizzazioni locali: Regione Basilicata, Provincia di Potenza, Comune di Pietragalla, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio della Basilicata, Unibas, CNR, Polo Museale della Basilicata, APT Basilicata.

Una delle prime scelte fatte nel team di lavoro ha riguardato la storia da raccontare: come portare gli utenti alla scoperta di un sito archeologico di non facile accesso e le cui tracce non sono del tutto leggibili a un occhio non esperto? La squadra, collaborando sempre con la direzione scientifica basata a Berlino e Parigi, ha sviluppato la linea narrativa proponendo un punto di vista, quello dell’archeologo, che ha voluto essere un ponte tra chi entra nella storia con gli strumenti scientifici della ricerca e chi vuole comprenderla con spirito di conoscenza.

Ecco come nasce lo scenario principale del Pietragalla Project VR Experience: il laboratorio degli archeologi.

Alcuni reperti, tra quelli considerati più indicativi e importanti nella storia di Monte Torretta, attualmente esposti al Museo Archeologico Provinciale di Potenza, sono diventati protagonisti del racconto: sono stati scansionati tramite tecnica fotogrammetrica e rimodellati attraverso la retopologizzazione delle mesh.

Quasi tutte le lavorazioni sono state portate a termine attraverso i software 3ds Max e Mudbox dell’Autodesk.

Una delle lavorazioni più interessanti ha riguardato la modellazione di Porta Marie, la porta di accesso alla città fortificata sorta sul sito di Monte Torretta, individuata sul campo dall’equipe franco-tedesca. Con la supervisione degli archeologi degli atenei di Parigi e Berlino, il team del reparto 3D ha dato forma all’ipotesi ricostruttiva sviluppata, in particolare, dalla professoressa Agnes Henning.

La modellazione del sito e delle tracce della cinta muraria ancora presenti è stata realizzata a partire dalla fotogrammetria fatta da Marco Di Lieto.

L’askos qui in basso, uno dei reperti collocati nel laboratorio virtuale degli archeologi, mostra chiaramente il processo lavorativo seguito per modellare i reperti in modo da rendere gli oggetti gestibili per il sistema real time e, contemporaneamente, ottenere la resa più realistica possibile.

Con Mudbox (software specifico per la scultura digitale), sono stati scolpiti gli oggetti e ricreate le texture (normal, diffuse e specular map). Le microfratture presenti sul reperto reale sono state ricreate tramite normal map, così da non appesantire il numero complessivo dei poligoni.

Ecco un breve estratto (catturato a video) dell’esperienza vissuta dagli utenti che hanno sperimentato la demo Pietragalla Project VR Experience.

Il Pietragalla Project VR Experience DEMO è il prodotto di un processo creativo e realizzativo che ha coinvolto una squadra di docenti e allievi molto diversificata per competenze e storie formative di provenienza. L’intenso laboratorio durante il quale è stata progettata e prodotta la demo VR ha seguito varie fasi: dal brainstorming iniziale  (rigorosamente a computer spenti!), alla redazione di storyboard e testi, continue ricerche incrociate e check delle fonti, modellazione e animazione di scenari, oggetti e personaggi in computer grafica, fino alla sonorizzazione e al packaging finale dell’applicativo.

Nella galleria in basso questo percorso è stato riassunto per immagini.

La squadra operativa del Pietragalla Project VR Experience

Michele Scioscia 3D art / animation / VR supervisor Marica Berterame 3D / 2D art / texturing supervisor Sara Lorusso screenplay supervisor Gabriele Machiella camera SAPR Guido Antinori scientific coordination Donato Angelillo 3D / 2D art Annalisa Gagliardi 3D art / texturing Lidia Gioioso 3D / 2D art / animation Donato Modesti 3D art / animation / VR Flavia Pizzuti 3D art / texturing
Mariangela Salvia 3D art / texturing / VR Vittorio Arleo sound engineering consultancy

La presentazione della demo Pietragalla Project VR Experience

In questa sezione c’è un resoconto, tra immagini e servizi televisivi, della giornata di presentazione della DEMO Pietragalla Project VR Experience che si è svolta nel Museo Archeologico Provinciale di Potenza, dove è visitabile un allestimento permanente relativo a Monte Torretta. In questo modo il pubblico ha potuto provare la commistione tra reale e virtuale, esplorando la storia del sito in maniera tradizionale e godendo al contempo della valorizzazione digitale VR.